Fondazione Adecco entra in ASviS: l’agenda 2030 sarà un traguardo importante per tutti

“Siamo diventati soci di ASviS proprio perché il futuro di cittadini, istituzioni, realtà profit e non profit ruota attorno alla capacità di portare a compimento l’Agenda, e noi vogliamo dare il nostro contributo”, afferma Francesco Reale, Segretario Generale di Fondazione Adecco per le Pari Opportunità.

Ma cosa sono ASviS e l’Agenda 2030?

Il nome ASviS è l’acronimo di Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, nata il 3 febbraio del 2016, su iniziativa della Fondazione Unipolis e dell’Università di Roma “Tor Vergata”, per far crescere nella società italiana, nei soggetti economici e nelle istituzioni la consapevolezza dell’importanza dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e per mobilitarli allo scopo di realizzare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile.

L’Agenda 2030 è un programma di azioni multilaterali per indirizzare le scelte politiche socio-ambientali a livello globale, firmato dalle Nazioni Unite nel 2015 e basato su 17 obiettivi, declinati in 169 traguardi specifici.

L’Onu stessa, nel presentare l’agenda, pone le imprese come stakeholder principali in una logica di sviluppo sostenibile e impatto sociale, infatti come testimonia il nostro recente white paper in tema Diversity & Inclusion, la maggior parte delle persone è disposta a pagare di più, preferendo le aziende che portano avanti azioni di sostenibilità sociale e ambientale.
La Fondazione da più di 18 anni accompagna le aziende a sviluppare progetti che permettano di vivere la responsabilità sociale d’impresa come un impegno necessario di innovazione sociale – valorizzando le diversità, favorendo la formazione continua, incentivando leadership attente all’inclusività – in rete con il territorio di riferimento. Per questo sono evidenti le motivazioni dell’adesione ad ASviS. Lavoriamo per l’inclusione sociale delle persone svantaggiate e i nostri progetti entrano in pieno in alcuni goal. Il goal 1, dedicato alla povertà. Il 5, sulla parità di genere. Il 10, sulle diseguaglianze. Infine, l’8, per un lavoro dignitoso: in particolare puntiamo ad alleviare la disoccupazione giovanile con azioni verso i NEET (ragazze e ragazzi che non stanno né lavorando né studiando né sono in formazione), categoria per cui l’Italia è purtroppo al primo posto in Europa.

Fondazione Adecco, insieme ad altri 236 enti del Terzo settore, è parte di ASviS e lavora assieme per portare avanti l’impegno per uno sviluppo sostenibile.
Scopri di più visitando il sito di ASviS.

...