La nostra Costituzione recita:

“La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendono effettivo questo diritto. Ogni cittadino ha il dovere di svolgere secondo le proprie possibilità e la propria scelta un’attività o funzione che concorra al progresso materiale e spirituale della società.”
(Costituzione della Repubblica Italiana, art. 4).

E se il lavoro di ogni cittadino contribuisce al progresso di una società, la garanzia di averlo crea società evolute. Non è retorica, è il segno di una civiltà che cresce. Perché il lavoro genera dignità sociale, autonomia economica e identità sociale. È lo strumento con il quale si superano ostacoli e emarginazione. Ecco perché è un diritto. Perché nessuno dovrebbe mai essere nelle condizioni di sentirsi escluso. Ed ecco perché Fondazione Adecco si impegna nella diffusione di una cultura attenta al diritto al lavoro per ogni cittadino.