Ipazia. Percorsi di accompagnamento socio-lavorativo per donne in stato di fragilità

Il Progetto

Il progetto Ipazia. Percorsi di accompagnamento socio-lavorativo per donne in stato di fragilità è nato per supportare coloro che quotidianamente si ritrovano ad affrontare le sempre più complesse sfide presentate dal mercato del lavoro. Il suo sviluppo prevede la strutturazione di interventi individualizzati e finalizzati alla formazione e all’inserimento, nel mondo del lavoro, di donne in situazioni di fragilità, con figli a carico, provenienti da strutture di accoglienza o inviate dai servizi educativi e di prossimità del territorio del Municipio 8 di Milano e del quartiere di Quarto Oggiaro, zone in cui risiedono i nuclei familiari destinatari dell’intervento. Il progetto ha durata biennale e si concluderà ad aprile 2023.

L’obiettivo di Ipazia. Percorsi di accompagnamento socio-lavorativo per donne in stato di fragilità è quello di migliorare la qualità della vita delle donne, dei loro figli e dei nuclei familiari allargati.

Nello specifico, questo progetto ambisce a:

  •  Favorire l’empowerment familiare, con un occhio di riguardo alle donne, attraverso percorsi di assistenza e sostegno;
  • Incrementare l’opportunità di accesso al mondo del lavoro delle donne coinvolte;
  • Promuovere una sensibilizzazione sui bisogni economico-sociali delle donne in situazioni di maggiore fragilità con interventi inerenti all’inclusione sociale, alla formazione specifica, all’inserimento lavorativo e alle problematiche psico-socio-educative dei minori in carico;
  • Attivare percorsi di accompagnamento utili a valorizzare i talenti delle donne coinvolte e a sviluppare competenze sociali e relazionali, favorendo la consapevolezza rispetto alle loro potenzialità e alla possibilità di implementarle;
  • Promuovere benessere psico-sociale nelle persone coinvolte nel progetto, attraverso colloqui psicologici rivolti ad adulti e minori, per mitigare il peggioramento delle condizioni di vita causate dall’emergenza sanitaria.

Le azioni di progetto sono:

  • Prima accoglienza, selezione e accompagnamento sociale delle donne coinvolte e dei loro nuclei familiari;
  • Colloqui di orientamento formativi e definizione e attivazione di piani di formazione personalizzati;
  • Avvio di percorsi di inserimento lavorativo;
  • Avvio di attività trasversali di ascolto, sostegno, empowerment e consulenza legale.

Le beneficiarie a cui è rivolto questo progetto sono donne in situazioni di fragilità, con figli a carico, provenienti da strutture di accoglienza, inviate dai servizi educativi e di prossimità del territorio.