#COLORIAMOLINVISIBILE

Il progetto

Secondo le stime del Parlamento Europeo, oggi, solo in UE, sono circa cinque milioni le persone autistiche, mentre in Italia si stima siano oltre 700 mila gli individui e, quindi, le famiglie, interessate direttamente dall’autismo. Questi dati testimoniano la diffusione di questo fenomeno e la necessità di affrontare tematiche sempre più complesse sull’inclusione sociale e lavorativa.
Se è vero che molti progetti supportano e aiutano i bambini con disturbi dello spettro autistico, lo è altrettanto che, una volta compiuto il 18esimo anno di età, ogni tipo di assistenza e supporto scompaiono e le famiglie spesso restano sole con il pensiero fisso di un futuro per i propri figli. Il passaggio all’età adulta è delicato per chiunque: responsabilità, lavoro e famiglia sono temi che si affacciano nella vita di tutti noi con maggiore importanza e il bisogno di supporto in questa fase è spesso sottovalutato.

#COLORIAMOLINVISIBILE di Fondazione Adecco ambisce a promuove l’inclusione lavorativa di persone autistiche. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di favorirne l’inserimento nel mondo del lavoro, aiutandole a riconoscere le proprie competenze e creando un contesto relazionale capace di accoglierle e accompagnarle nella costruzione delle loro relazioni con colleghi e superiori, mettendole nelle condizioni di svolgere al meglio le loro mansioni.

Attraverso un percorso di orientamento ed educazione al lavoro, le persone autistiche coinvolte nel progetto hanno la possibilità di conoscere e comprendere al meglio le proprie competenze e acquisire tutte le informazioni necessarie per ricercare con un’occupazione.

L’obiettivo del progetto è quello di favorire l’inclusione nel mondo del lavoro alle persone autistiche, aiutandole a riconoscere le proprie competenze e creando un contesto relazionale capace di accoglierle ed accompagnarle nella costruzione delle loro relazioni con colleghi e superiori, mettendole nelle condizioni di svolgere al meglio le loro mansioni.

In particolare:

  • Aiutare i partecipanti a riconoscere la spendibilità delle proprie competenze e a valorizzarle nel mondo del lavoro;
  • Aiutare i beneficiari a riconoscere ed affrontare i propri limiti relazionali, per costruire insieme ai colleghi interazioni che facciano stare bene tutti;
  • Abbattere gli stereotipi sull’autismo all’interno dei luoghi di lavoro;
  • Aiutare le persone a uscire dall’isolamento;
  • Facilitare l’inclusione lavorativa attraverso la conoscenza.

Le fasi del progetto sono:

  • Selezione dei beneficiari;
  • Identificazione aziende partner;
  • Analisi contesti di lavoro e raccolta job description delle opportunità presso le aziende partner;
  • Percorso di orientamento al lavoro individuale e di preparazione all’opportunità;
  • Supporto all’inserimento;
  • Coaching e tutoring on the job.

I beneficiari saranno seguiti face to face, con il supporto di psicologi e educatori segnalati da associazioni partner.

I partner di progetto sono: Fondazione Adecco, Fondazione Sacra Famiglia, Fondazione Renato Piatti, Auticon, Associazione diesis.