Secondo i dati dell’Osservatorio Nazionale per il monitoraggio dei disturbi dello spettro autistico, un bambino italiano ogni 77 presenta un disturbo: questi dati testimoniano la diffusione di questo fenomeno e la necessità di affrontare tematiche sempre più complesse sull’inclusione sociale e lavorativa.
Se è vero che molti progetti supportano e aiutano i bambini con disturbi dello spettro autistico, lo è altrettanto che una volta compiuto il 18esimo anno di età ogni tipo di assistenza e supporto scompaiono e le famiglie spesso restano sole con il pensiero fisso di un futuro per i propri figli. Il passaggio all’età adulta è delicato per chiunque: responsabilità, lavoro e famiglia sono temi che si affacciano nella vita di tutti noi con maggiore importanza e il bisogno di supporto in questa fase è spesso sottovalutato.

Progetto

Con il progetto #COLORIAMOLINVISIBILE, Fondazione Adecco per le Pari Opportunità, promuove l’inclusione lavorativa di persone autistiche. L’obiettivo è quello di favorirne l’inserimento nel mondo del lavoro, aiutandole a riconoscere le proprie competenze e creando un contesto relazionale capace di accoglierle e accompagnarle nella costruzione delle loro relazioni con colleghi e superiori, mettendole nelle condizioni di svolgere al meglio le loro mansioni.

Attraverso un percorso di orientamento ed educazione al lavoro, 20 ragazzi e ragazze avranno la possibilità di acquisire tutte le informazioni necessarie per trovare un’occupazione, partendo da un’analisi delle competenze fino ad arrivare alla stesura del CV e alla costruzione di un progetto professionale.

Obiettivo

L’obiettivo del progetto è quello di favorire l’inserimento nel mondo del lavoro alle persone con autismo, aiutandoli a riconoscere le proprie competenze e creando un contesto relazionale capace di accoglierli ed accompagnarli nella costruzione delle loro relazioni con colleghi e superiori, mettendoli nelle condizioni di svolgere al meglio le loro mansioni.

In particolare:

  • Aiutare i ragazzi/e a riconoscere la spendibilità delle proprie competenze e a valorizzarle nel mondo del lavoro;
  • Aiutare i ragazzi/e a riconoscere ed affrontare i propri limiti relazionali, per costruire insieme ai colleghi interazioni che facciano stare bene tutti;
  • Abbattere gli stereotipi sull’autismo all’interno dei luoghi di lavoro;
  • Aiutare i ragazzi ad uscire dall’isolamento;
  • Facilitare l’inserimento lavorativo attraverso la conoscenza.

Attività

Le fasi del progetto sono:

  • Selezione dei beneficiari;
  • Identificazione aziende partner;
  • Analisi contesti di lavoro e raccolta job description delle opportunità presso le aziende partner;
  • Percorso di orientamento al lavoro individuale e di preparazione all’opportunità;
  • Supporto all’inserimento;
  • Coaching e tutoring on the job.

I beneficiari saranno seguiti face to face, con il supporto di psicologi e educatori segnalati da associazioni partner.

Partner

I partner di progetto sono: Fondazione Adecco per le Pari Opportunità, Fondazione Sacra Famiglia, Fondazione Renato Piatti, Auticon, Associazione diesis.

...