Solamente nel 2015, più di un milione di persone hanno cercato asilo all’interno dell’Unione Europea o nei Paesi dell’Area Economica Europea. Ma solo pochi di loro hanno trovato occupazione.
L’impiego dei rifugiati può contribuire ad affrontare gli squilibri della forza lavoro, che si prevede possano condurre a una perdita di 10 trilioni di dollari o un 10% del PIL mondiale entro il 2030. Questo anche se il 70% di coloro che richiedono asilo per la prima volta è in età lavorativa e la maggior parte di loro desidera lavorare. Le maggiori barriere all’occupazione dei rifugiati sono rappresentate dalle complessità burocratiche, dai lunghi periodi di attesa prima che il lavoro sia legalmente possibile, dalla mancanza di certificazione delle loro qualifiche individuali e delle competenze linguistiche.
L’impiego dei rifugiati può contribuire ad affrontare gli squilibri della forza lavoro.

 

Il nostro impegno per rifugiati

Grazie all’esperienza e ad approfondite analisi, abbiamo identificato i settori migliori per trovare occupazione ai rifugiati e creato in tali settori una rete di imprese maggiormente sensibile al tema, in grado di offrire adeguate posizioni di lavoro. Grazie a percorsi di orientamento al lavoro e formazione abbiamo dato la possibilità a più di 150 persone rifugiate di trovare un’opportunità di ingresso nel mondo del lavoro.

...